AER: Memories of Old - Review

Tranquille, misteriose e sterili sarebbero descrizioni appropriate per AER: Memories of Old. Ambientato in un mondo di isole galleggianti, i giocatori controllano un prescelto con la capacità di trasformarsi in un uccello. Volare nei cieli per svelare un antico mistero produrrà alcune emozioni e l'ARE può essere un modo fantastico per bruciare qualche ora.

Come Auk, i giocatori devono evitare una catastrofe imminente raccogliendo pezzi di un artefatto fratturato in tre templi. Una lanterna mistica funge da strumento principale di Auk, utilizzato per attivare dispositivi magici e illuminare immagini spettrali dei precedenti occupanti del mondo. Il gioco si concentra solo sull'incrocio a piedi o in ala. Volare a forma di uccello è divertente e liberatorio.

Guarda la nostra ultima recensione: Wreckfest - Recensione.

Risultato di immagini per ricordi aerodinamici del passato

Ulteriori informazioni su AER: Memories of Old.

I templi fungono da segmenti di gioco più divertenti e sostanziali. Brevi, semplici e piacevoli, esplorarli comporta principalmente l'attivazione di nodi per aprire le porte, sebbene incorporino alcune piattaforme e soluzioni di puzzle leggeri. Uno dei templi più coinvolti richiede il dimensionamento di una torre a più piani per attivare abbastanza interruttori per aprire un ingresso sotterraneo. "Semplificato" descriverebbe meglio questi dungeon e corrispondono alla dichiarazione generale della missione dell'ARE di fornire ai giocatori un buon tempo senza costringerli a fare troppo.

L'esplorazione del mondo superiore sembra altrettanto leggera. Il mondo più grande del previsto di AER è intenzionalmente vuoto per motivi di tradizione. Antiche insegne e pergamene per svolgere il lavoro pesante nel reparto di costruzione mondiale, insieme a una manciata di NPC. Imparare a conoscere gli antichi dei animali e il modo in cui la terra una volta unificata è andata in pezzi può essere intrigante e le idee sono promettenti.

-- Pubblicità --

Inoltre, l'intero AER: Memories of Old's folklore sembra minato dalla narrativa principale piatta, in particolare dalla sua brusca conclusione. Quindi il gioco finisce dal nulla senza risolvere gli argomenti della storia. Ma per quanto riguarda il mondo e gli amici che conosci? Cosa succede alla grande oscurità? Chi lo sa. I finali enigmatici sono una cosa, ma è così scioccante che, all'inizio, sembra che l'ARE abbia saltato una scena o abbia fallito. Inoltre fa sembrare praticamente privo di significato il tempo trascorso a volare e girare tutte le pietre informative, poiché, alla fine, non paga. È un peccato, perché la storia, pur non incredibile, è almeno utile fino a quel momento.

E lì?

Nella migliore delle ipotesi, l'ARE può essere un'esperienza rilassante e contemplativa. Ma nel peggiore dei casi, può essere un buco confuso. Inoltre, la piacevole presentazione rende gli occhi più facili e il gameplay rilassato lo rende un gioco solido per divertirsi. Basta non lasciarsi coinvolgere troppo da ciò che sta realmente accadendo, poiché le idee leggermente interessanti finiscono per non essere realizzate.

Dai un'occhiata a AER: Memories of Old su Steam, cliccando qui.

Condividi
Avatar di juanxcursed

Uomo d'affari, 29 anni, fondatore, sviluppatore, giocatore, appassionato e NERD di Married Games, Juan ama ancora prendere in mano la sua chitarra e ottenere un buon suono da Rocksmith.