Capcom è citata in giudizio per plagio

Dopo la fuga di dati dell'azienda, l'autore di un libro di design identifica l'uso di diverse immagini protette non autorizzate e Capcom viene citata in giudizio per plagio

Capcom è citata in giudizio per plagio
Capcom è citata in giudizio per plagio

Secondo la designer Judy A. Juracek, i giochi Capcom come Resident Evil 4 e Devil May Cry hanno utilizzato ampiamente numerose foto con licenza e copyright per creare ambienti, dettagli e persino il logo di Resident Evil 4. contro lo sviluppatore è stato aperto venerdì.

La stilista ha presentato la sua prima denuncia in un tribunale del Connecticut venerdì. Nella causa, sostiene che Capcom abbia utilizzato le foto del suo libro protetto da copyright, Surfaces, in diversi giochi, tra cui Resident Evil 4, Devil May Cry e altri giochi dello sviluppatore.

Surfaces è una raccolta di 1.200 fotografie di texture scattate dalla stessa Judy e il libro intende essere utilizzato come guida alla "ricerca visiva" per artisti, architetti e designer, come descritto nel libro.

È stato originariamente pubblicato nel 1996. La raccolta viene fornita con un CD-ROM delle immagini, ma Juracek afferma che richiede alle persone di concedere in licenza le proprie immagini per uso commerciale contattandola direttamente. Juracek ha affermato nella causa che Capcom non l'ha mai contattata per ottenere una licenza. Juracek ha indicato almeno 80 fotografie che sono state utilizzate in diverse ambientazioni nei giochi di Capcom, in un processo con più di 100 pagine di documentazione.

-- Pubblicità --
Capcom citato in giudizio per plagio | re4logo | notizie sui giochi sposati | capcom, devil may cry, multiplayer, pc, playstation, playstation 4, playstation 5, resident evil, resident evil village, giocatore singolo, xbox, xbox one, xbox series s, xbox series x | capcom è citata in giudizio per plagio
struttura del vetro rotto

Uno dei casi riportati nella causa riguarda una trama di vetro in frantumi utilizzata nel logo di Resident Evil 4. Juracek ha affermato di aver scattato la foto del vetro in Italia. "È difficile immaginare che Juracek avrebbe scattato una foto di vetri frantumati in Italia e gli artisti Capcom avrebbero riprodotto lo stesso identico modello di vetro frantumato in un logo e all'interno dei design della villa senza accreditarmi", ha detto nel processo.

In più di 100 pagine di documenti a sostegno del caso, Juracek ha indicato più di 200 esempi delle sue foto presumibilmente utilizzate nei giochi Capcom. Ciò include tutto, dalle trame di marmo ai dettagli scultorei decorati che sono riconoscibili e abbondanti nei giochi e perché Capcom è citato in giudizio per plagio.

Capcom citato in giudizio per plagio | capra | notizie sui giochi sposati | capcom, devil may cry, multiplayer, pc, playstation, playstation 4, playstation 5, resident evil, resident evil village, giocatore singolo, xbox, xbox one, xbox series s, xbox series x | capcom è citata in giudizio per plagio
Questo è molto facile da vedere

Parte delle prove di Juracek provengono dalla fuga di dati del 2020 di Capcom, avvenuta a novembre. In quella fuga di notizie, i piani per il lancio di Resident Evil Village sono stati rivelati prematuramente e le informazioni personali di centinaia di migliaia di persone sono state compromesse, inclusi clienti, azionisti e dipendenti, ha affermato Capcom.

Secondo quanto riferito, Capcom ha ricevuto una richiesta di riscatto nell'attacco, prima che le informazioni trapelasse online. Queste informazioni includevano alcune "immagini ad alta risoluzione di opere d'arte utilizzate in Resident Evil e altri giochi", ha affermato Juracek.

"I nomi dei file per almeno una delle immagini nei file hackerati di Capcom sono gli stessi nomi dei file utilizzati sul CD-ROM [da Sufarces]", secondo il designer. Il processo mostra una trama metallica etichettata "ME009" sul CD-ROM Juracek e similmente etichettata sulle cartelle di Capcom.

-- Pubblicità --
Capcom citato in giudizio per plagio | metallo | notizie sui giochi sposati | capcom, devil may cry, multiplayer, pc, playstation, playstation 4, playstation 5, resident evil, resident evil village, giocatore singolo, xbox, xbox one, xbox series s, xbox series x | capcom è citata in giudizio per plagio
Non hanno nemmeno cambiato il nome dell'immagine

Capcom è di nuovo citata in giudizio per plagio?

Nel processo, Juracek ha notato che Capcom è stata citata in giudizio per plagio anche per aver copiato i disegni dei mostri del regista olandese Richard Raaphorst per il nuovo gioco Resident Evil Village. Raaphorst ha accusato la compagnia di aver presumibilmente rubato il design del mostro e della creatura dal suo film dopo che i fan lo hanno contattato in merito a uno dei personaggi del gioco che era lo stesso di quello apparso nel suo film The Army of Frankenstein. Puoi vedere il caso qui.

Gli avvocati di Juracek chiedono al tribunale di far pagare a Capcom fino a $ 12 milioni di danni per violazione del copyright. Sta anche cercando un risarcimento per "falsa gestione del copyright e rimozione della gestione del copyright:" da $ 2.500 a $ 25.000 per ogni fotografia utilizzata.

Un rappresentante Capcom ha detto al Poligono che l'azienda è “a conoscenza del processo” e “non ha ulteriori commenti”. Jonathan A. Winter, l'avvocato di Juracek, ha dichiarato al sito in una dichiarazione via e-mail: “Abbiamo messo insieme una denuncia molto dettagliata che pensiamo parli da sola. A parte questo, non abbiamo ulteriori commenti”.

Ora dicci, cosa ne pensi? Credi davvero che ci sia stato un plagio? O Capcom è accusata ingiustamente? Raccontaci nei commenti e leggi di più su Capcom su il nostro sito web.

Fonte: Poligono

-- Pubblicità --
Avatar di paulo fabris

Paulo Fabris è un giornalista, scrittore, giocatore di giochi di ruolo, giocatore, cosplayer, nerd e fan degli anime sin dai tempi di TV Manchete.