I dipendenti Blizzard ricevono supporto da Ubisoft

I dipendenti Ubisoft supportano i dipendenti Blizzard nella loro lotta contro il trattamento delle dipendenti donne in azienda

I dipendenti Blizzard ricevono supporto da Ubisoft | bufera di neve kv | notizie sui giochi sposati | activion, bufera di neve, ubisoft | dipendenti della bufera di neve

Man mano che vengono alla luce sempre più dettagli sul processo in california contro Activision Blizzard per molestie sul posto di lavoro e cattiva condotta sessuale, molti in Ubisoft stanno simpatizzando con i loro colleghi in una lettera aperta chiedendo responsabilità. In una lettera aperta, un ex membro di Ubisoft sta organizzando sforzi per supportare i dipendenti di Activision Blizzard, criticando il modo in cui l'azienda sta affrontando la cattiva condotta sessuale sia di Ubisoft che di Activision Blizzard.

Gli organizzatori affermano che gli abbonamenti includono molti studi in Asia, Europa e Nord America, nonché una richiesta di responsabilità della leadership, incluso il requisito di responsabilità del CEO di Ubisoft Yves Guillemot. "Non dovrebbe più essere una sorpresa per nessuno: dipendenti, dirigenti, giornalisti o fan che stiano accadendo questi atti atroci", afferma una parte della lettera ottenuta da Assi. È ora di smetterla di scioccare. Dobbiamo esigere che vengano prese misure reali per evitarli. I responsabili devono essere ritenuti responsabili delle loro azioni”.

Lo sciopero dei dipendenti Blizzard riceve supporto

Perché il supporto di Ubisoft è così importante? L'anno 2020 ha segnato un grande cambiamento nel settore dei giochi, in particolare per coloro che subiscono molestie morali o sessuali e abusi da parte di un superiore, tra le altre cose normali in ambienti di lavoro estremamente competitivi. Dopo numerose segnalazioni di molestie, cattiva condotta e abuso di potere che hanno portato al licenziamento di diversi dirigenti di alto rango da Ubisoft, le indagini su questi casi presso lo studio continuano.

Le indagini hanno rivelato che più di 25 percento dei dipendenti hanno subito o assistito a una cattiva condotta sul posto di lavoro. Sebbene con il licenziamento di dirigenti senior come Ashraf Ismail, Tommy François e Maxime Beland e diversi ruoli esecutivi chiave siano stati lasciati vacanti da queste indagini, un nuovo rapporto mostra che molti dipendenti ritengono di non essere stati ascoltati dopo che più dirigenti denunciati per cattiva condotta rimangono nei loro ruoli di leadership.

-- Pubblicità --

Ora Activision Blizzard è sotto esame simile e molti nel settore dello sviluppo di giochi, compresi i dipendenti Ubisoft, si stanno unendo per supportare coloro che stanno lottando per migliori condizioni di lavoro.

"Siamo rimasti a guardare mentre licenziavi solo la maggior parte dei delinquenti pubblici", continua la lettera. “Lasci che gli altri si dimettano o peggio, li promuovi, li sposti di studio in studio, di squadra in squadra, dando loro una seconda possibilità dopo una seconda possibilità senza ripercussioni. Questo ciclo deve finire".

dipendenti della bufera di neve
I dipendenti Blizzard ricevono supporto da Ubisoft | activion, bufera di neve, ubisoft | Dipendenti Blizzard

Mentre diversi nomi importanti sono stati licenziati da Ubisoft in seguito agli eventi dello scorso anno, un nuovo rapporto pubblicato all'inizio di quest'anno mostra che non è stato fatto molto di più e che gran parte del comportamento segnalato continua.

Per quanto riguarda Activision Blizzard, è stato tenuto uno sciopero in risposta alla mancanza di azione da parte della società e, successivamente, un messaggio pubblico alla leadership di Blizzard da parte del CEO Bobby Kotick, che ha scritto una lettera dicendo di essersi pentito dell'accaduto e ha annunciato una serie di misure per combattere questa cultura e riparare i danni causati alle persone coinvolte.

Il problema è iniziato dopo una causa intentata dal California's Fair Employment and Housing (DFEH) dopo la scoperta di documenti di causa che riportano un'indagine che dura da più di due anni e, come riportato dal Bloomberg. La causa accusa l'ambiente all'interno di Activision Blizzard di coltivare un'atmosfera di "fratellanza". Lo studio viene anche definito "un terreno fertile per molestie e discriminazioni contro le donne".

-- Pubblicità --

Il rapporto mostra presunti incidenti che vanno dalla discriminazione più casuale all'aggressione e alle molestie sessuali. La causa si spinge fino a sostenere che alcune azioni hanno portato al suicidio di uno sviluppatore dopo un viaggio con il suo supervisore. Puoi vedere di più sul processo qui sul sito web. Bloomberg.

Facci sapere nei commenti cosa ne pensi di questo problema in Blizzard. leggi di più novità sul nostro sito web.

Avatar di paulo fabris

Paulo Fabris è un giornalista, scrittore, giocatore di giochi di ruolo, giocatore, cosplayer, nerd e fan degli anime sin dai tempi di TV Manchete.