Si dice che Elder Scrolls 6 sarà esclusivo su Xbox

Come Starfield e Redfall, Elder Scrolls 6 sarà esclusivo su Xbox secondo un rumor di insader Jeff Grubb

Depois si L'acquisizione di Bethesda da parte di Microsoft, alcuni giocatori di console Sony erano preoccupati che i prossimi giochi Skyrim e Fallout dello sviluppatore sarebbero diventati esclusivi per le console Xbox. E sembra che le loro preoccupazioni fossero giuste. Secondo Jeff Grubb, un noto insider dell'industria dei videogiochi, che ha affermato sul suo Twitter che ciò non accadrà solo con i già annunciati Redfall e Starfield, ma che The Elder Scrolls 6 è stato pianificato come un'esclusiva Xbox.

La rivelazione è arrivata sotto forma di risposta a un Tweet che mostrava un estratto da un'intervista di Pete Hines, vicepresidente marketing di Bethesda Softworks, il quale riteneva che alcuni giochi Bethesda potessero ancora essere rilasciati per le console Sony e che "le porte erano 'non completamente chiuso" per loro, ma Jeff ha risposto al tweet con un sonoro "no" e ha anche detto che il prossimo gioco del franchise di The Elder Scrolls sarà anche un'esclusiva della console Microsoft.

Il boss di Bethesda Game Studios, Todd Howard, ha annunciato all'E3 2016 che The Elder Scrolls VI era in fase di sviluppo, ma che il gioco era ancora lontano. All'E3 2018, Howard ha svelato un breve teaser trailer per il prossimo gioco di The Elder Scrolls, confermando che sarebbe stato rilasciato dopo Starfield.

-- Pubblicità --

Perché Elder Scrolls 6 sarà un'esclusiva Xbox?

Elder Scrolls 6 sarà esclusivo su xbox
Logo di Elder Scrolls VI

Un anno fa, a settembre 2020, è stato annunciato che Microsoft avrebbe acquistato ZeniMax Media, la società madre di Bethesda Softworks (che a sua volta è la società madre di Bethesda Game Studios), mettendo Bethesda sotto l'ombrello Xbox. All'epoca, il capo di Xbox Phil Spencer ha spiegato che i futuri titoli Bethesda sarebbero stati rilasciati su console non Microsoft e sarebbero stati valutati "caso per caso".

Il mese successivo, nell'ottobre 2020, Spencer ha suggerito che The Elder Scrolls VI potrebbe essere un'esclusiva Xbox. Un mese dopo, a novembre, il boss di PlayStation Jim Ryan ha ammesso di non sapere se Starfield o The Elder Scrolls VI sarebbero mai stati rilasciati su PS5. L'acquisizione di ZeniMax da parte di Microsoft è stata completata nel marzo di quest'anno.

Sebbene ci siano stati numerosi spin-off di Elder Scrolls nel corso degli anni, il franchise è attualmente composto da cinque giochi per giocatore singolo principali: The Elder Scrolls: Arena (1994), The Elder Scrolls II: Daggerfall (1996), The Elder Scrolls III: Morrowind (2002), The Elder Scrolls IV: Oblivion (2006) e The Elder Scrolls V: Skyrim (2011).

prezzoIl più venduto #1 Console xbox serie s
Il più venduto #3 Xbox

Arena e Daggerfall sono stati rilasciati per MS-DOS, mentre Morrowind è stato rilasciato per Xbox originale e Microsoft Windows. Mentre la Xbox era l'unica console casalinga su cui era possibile giocare a Morrowind, Oblivion e Skyrim erano multipiattaforma, con entrambi i titoli rilasciati per Xbox 360, PlayStation 3 e Windows. Skyrim in seguito si è trasferito su Xbox One, PlayStation 4 e Nintendo Switch. Le versioni Xbox Series X/S e PlayStation 5 sono previste per il rilascio entro la fine dell'anno per celebrare il decimo anniversario del gioco.

In altre parole, se questo rapporto è reale, The Elder Scrolls VI potrebbe benissimo essere il primo gioco esclusivo di Elder Scrolls di Microsoft dopo Morrowind. Come Starfield, The Elder Scrolls VI sarà probabilmente rilasciato su Xbox Series X/S e Windows. Considerando che il gioco non è previsto per il rilascio, una versione Xbox One sembra improbabile.

-- Pubblicità --

Ora, lascialo lì nei commenti: cosa ne pensi della decisione di Bethesda? Sei felice di avere un'esclusiva o sei infastidito dal fatto che non puoi giocare sulla tua console? Contattaci nei commenti e prenditi il ​​tempo per leggere di più su Bethesda sul nostro sito web.

Fonte: Eurogamer

Avatar di paulo fabris

Paulo Fabris è un giornalista, scrittore, giocatore di giochi di ruolo, giocatore, cosplayer, nerd e fan degli anime sin dai tempi di TV Manchete.