Todd Howard parla dell'accordo Bethesda e Microsoft

Il CEO di Bethesda Todd Howard ha parlato della sua partnership con Microsoft, dell'esclusività dei giochi e di aver lasciato le porte aperte per il futuro con Sony

-- Pubblicità --
todd howard
Todd Howard

Ora che Bethesda fa parte della famiglia Microsoft e il prossimo grande gioco dell'azienda presentato all'E3, Starfield, sarà rilasciato esclusivamente per PC e Xbox, il CEO di Bethesda Todd Howard ha parlato al sito Telegrafo su cosa significa dal punto di vista dello sviluppo del gioco e una breve risposta su ciò che i fan della console Sony possono aspettarsi da questa nuova partnership.

"Concentrandosi su queste piattaforme, inizi davvero a concentrarti molto sul renderle il meglio che possono essere per questi sistemi", ha affermato. Non è così strano da pensare, poiché lo sviluppo di giochi per PC e Xbox significa che il team non dovrà assicurarsi che il loro gioco si adatti all'hardware PlayStation, sebbene Todd Howard non menzioni specificamente la console di Sony nella dichiarazione.

“L'hardware ci aiuta sicuramente a fare molte cose con la ricarica e la fedeltà. Ma, sai, la fedeltà grafica è fedeltà grafica. Non voglio dare l'impressione che la fedeltà grafica sia un ostacolo, capisci cosa intendo?” e continua: “È davvero una questione di concentrazione è quello che direi. È bello fissare l'obiettivo in alto ovviamente, ma è fantastico essere in grado di concentrarsi e dire "questo è ciò che stiamo creando, ed ecco la barriera". Spesso questo è guidato solo da dove ti trovi e dall'hardware. Siamo molto fortunati a poter fissare un obiettivo molto, molto alto”.

Il modo in cui Todd Howard ha detto che quando ha menzionato lo sviluppo del gioco solleva sicuramente aspettative piuttosto alte per Starfield, poiché non abbiamo ancora visto nessuno screenshot del gioco stesso. Ma al di là delle risorse hardware (e di un'enorme quantità di denaro), la partnership con Microsoft per Howard è più di un grandioso gioco di fantascienza.

“Da (The Elder Scrolls III) Morrowind, tutti i giochi che abbiamo realizzato, abbiamo avuto una partnership molto profonda e abbiamo sviluppato la tecnologia insieme, tra le altre cose. Abbiamo pensato molto a dove vorremmo andare e abbiamo parlato a lungo con Microsoft del potenziale di fare qualcosa di simile. Amiamo davvero le tue piattaforme e le persone presenti. Abbiamo molte amicizie profonde. E alla fine, penso che questo ci permetterà di fare il meglio che abbiamo mai fatto".

Todd Howard e il suo rapporto con Microsoft

La strategia multimediale di Xbox, comprese le versioni del Game Pass del primo giorno che possono essere effettuate anche tramite il cloud, è parte del motivo per cui Todd Howard sembra soddisfatto della partnership Microsoft / Bethesda. "Crediamo davvero in tutti i percorsi che Xbox e Microsoft stanno prendendo per portare i giochi a più persone. Che si tratti dell'integrazione con il PC, che è molto importante per noi, o dello streaming cloud e tutto il resto. Quindi penso che sia una visione a lungo termine.”

Di conseguenza, l'accordo con Starfield sarà rilasciato solo sulle console domestiche di Microsoft e Todd Howard ha affermato di avere alcune riserve sull'essere effettivamente costretto a scegliere le parti in questo modo, rispondendo in un modo che aumenta le aspettative per le versioni future, anche se alla fine , non ha ancora chiuso definitivamente la porta per Sony.

“'Scegli un lato' cosa significa... PlayStation? Lo intendi? Beh... un po'. Non vuoi mai lasciare fuori le persone, vero? Ma, alla fine della giornata, la tua capacità di concentrarti e dire "questo è il gioco che voglio fare, queste sono le piattaforme su cui voglio farlo", ed essere in grado di fare affidamento su di loro migliorerà i prodotti. "

Todd Howard parla dell'accordo tra Bethesda e Microsoft | f1eb152b Elderscrolls6 | giochi sposati notizie, rilasci, pc, piattaforme, xbox | Bethesda, Elder Scrolls, Microsoft, Serie S, Starfield, Todd Howard, Xbox, Xbox One, Xbox Series x | todd howard
Forse un giorno vedremo questo titolo

Tenendo conto di tutto ciò, la sua risposta alla domanda se si pentirà di non avere più giochi PlayStation è la più sorprendente: "Beh, lo siamo ancora... Dirò solo che voglio che tutti abbiano la possibilità di giocare in in qualche modo." Se ciò significa che Starfield e il resto delle versioni future di Bethesda, come un lontano Elder Scrolls VI, sono arrivate sulle console Sony, solo il tempo lo dirà.

Ora, conta nei commenti: eccitato per Starfield? Triste sentire che sarà esclusivo di Microsoft? Spera che sia un'esclusiva temporanea? Cogli l'opportunità di leggere di più sulle versioni dei giochi su il nostro sito web.

Fonte: Telegrafo

Avatar di paulo fabris

Paulo Fabris è un giornalista, scrittore, giocatore di giochi di ruolo, giocatore, cosplayer, nerd e fan degli anime sin dai tempi di TV Manchete.